Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Concorso di poesia dialettale 'A Paranze. Premi agli studenti del I grado.

Tags: 

 

 

 

Altro riconoscimento per gli studenti dell’Omnicomprensivo di Guglionesi, premiati nella XXVIII Edizione del Concorso di poesia in vernacolo molisano “San Pietro Apostolo” di Termoli, organizzato dall’associazione culturale ‘A Paranze per le scuole Primarie e Secondarie di Primo grado e patrocinato dal Comune bassomolisano.

La cerimonia di premiazione, presentata da padre Enzo Ronzitti, ha avuto luogo il 7 dicembre 2017 alle ore 16,00 presso il Centro ricreativo della locale parrocchia alla presenza dei giovani poeti di varie scuole molisane e delle loro famiglie.

Anche quest’anno diversi gli allievi della Scuola Secondaria di I grado di Guglionesi che hanno partecipato al Concorso guidati dai rispettivi insegnanti di Lettere, che li hanno stimolati a diventare piccoli poeti dialettali della scuola dell’obbligo. In particolare, si sono aggiudicate il primo posto Alessia Cesari e Federica Pace della classe I B con la poesia “U problem de ress sa sctasse” (Il problema di essere se stessi), una riflessione sulle difficoltà del periodo adolescenziale, l’insicurezza e il timore di non essere accettati dagli altri, e l’alunno Marco Ciliberto della classe III B che ha ottenuto il terzo posto con la poesia “U timbe” (Il tempo). SegnaIati, inoltre, come meritevoli di menzione i componimenti poetici di Alexandra Zalischi “U vende” (Il vento) della classe III B e di Francesca Sisto “I vicchj” (I vecchi) della  II C. 

I ragazzi, che hanno recitato i loro componimenti dialettali dopo la lettura del testo in Italiano da parte di padre Enzo, sono stati premiati alla presenza della sorella di Carlo Cappella, Prof.ssa Filomena Cappella, che ha ringraziato i piccoli poeti partecipanti all’omonimo Premio, perché custodi di un’eccellenza culturale per tutto il territorio molisano, sottolineando l’importanza di recuperare il valore del dialetto attraverso la poesia. Nel suo intervento, tra l’altro, la Prof.ssa Cappella ha ricordato ai presenti che fu lo storico Benedetto Croce ad affermare per primo quanto fosse assurdo vietare ad un autore di comporre opere in dialetto, una lingua minoritaria ma non secondaria, aggiungendo che non si tratta di un linguaggio “rozzo e incivile”, bensì di una lingua imparentata con quella nazionale.

A seguire, la stessa ha recitato il sonetto termolese “Ave Maria”, composto dal compianto fratello, come tributo a una persona “che vive nel ricordo di chi l’ha conosciuto ed apprezzato le sue opere di triplice valenza artistica, poetica e storica”.

Meritevole d’attenzione anche il componimento della prof.ssa Adele Terzano che ha partecipato al medesimo Concorso nazionale - Sezione adulti, in questo caso giunto all’ottava edizione, con una poesia dedicata a M.eur Eduard Mancini Presidente onorario dell’E.I.P. Italia dal titolo N’ommene come ta (Un uomo come te).

Una grande lode meritano tutti i poeti in erba che hanno partecipato e un plauso va anche a Padre Enzo Ronzitti, che con passione contribuisce a mantenere vivo l’uso del dialetto mediante questo concorso.

La serata è stata allietata dai canti popolari del gruppo folcloristico ‘A Paranze, che ha coinvolto la platea dei presenti con suoni e ritmi della tradizione termolese.

                          I DOCENTI COINVOLTI

Laura Calvano, Osvaldo Caruso e Marianna Zarlenga

                                                                         

AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon poesie-premiate.doc35.5 KB

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

(Amministratrice sito Ins. N. F.) CMS Drupal ver.7.50 del 07/07/2016 agg.26/08/2016