Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Decalogo anti-bufale

DECALOGO ANTI-BUFALE

Il MIUR ha dato l’avvio ad una serie di iniziative sul tema del controllo delle fonti e per l’educazione civica digitale.

Il decalogo anti-bufale, che rientra appunto tra le azioni avviate, punta a contrastare uno dei rischi più frequenti durante la navigazione in Internet: quello di incappare in notizie non verificate o false, la cui circolazione può creare rischi per la società o diventare pericolosa per le persone.

Un fenomeno che si può battere solo dando alle nuove generazioni gli strumenti per risalire alla fonte delle notizie e distinguere le informazioni corrette da quelle scorrette.

Fra i partner del progetto ci sono la Rai, la Federazione degli editori (Fieg), Confindustria, ma anche importanti attori della Rete come Facebook e Google, strategici per incidere sulla radice del problema: le piattaforme su cui circolano le cosiddette fake news.

Otto sono per ora i punti presentati del decalogo.

Otto perché i due mancanti saranno stilati direttamente da studentesse e studenti, attraverso uno strumento di scrittura cooperativa che il MIUR metterà a disposizione delle scuole sul proprio sito.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

(Amministratrice sito Ins. Nicoletta Farina) CMS Drupal ver.7.50 del 07/07/2016 agg.26/08/2016